Loading Content . . .

Giovedì 28 Febbraio 2015.  Teatro Bloser presenta: Elisabetta Granara  porta in scena la storia di una band, per la precisione di un retro acoustic duo. Uno sa suonare e l’altro no.

i-mole-people-1024x682

Teatro Bloser
Piazza Marsala 6r
ore: 21,00
ingresso: € 13
LogoHtBloser

La Vera Storia dei Mole People

Di e con Elisabetta Granara
Regia Elisabetta Granara
Una produzione Il Gruppo di Teatro Campestre
Premio Crash Test 2015, Valdagno (VI)

“La vera storia dei Mole People” è davvero una storia vera, che risale ai tempi in cui Elisabetta Granara, autrice, attrice e regista dello spettacolo, per accompagnare un amico musicista imparò a suonare l’ukulele e fu abbandonata sul palco poco prima del concerto. Da questo fatto realmente accaduto sono nati i primi venti minuti dello spettacolo, raccolti in una performance dal titolo “I Mole People”. La performance è stata poi testata in diversi festival, teatri e foyer tra il maggio 2013 e il maggio 2014 per raccogliere nuovi spunti. Lo scenario è un palcoscenico allestito per un concerto rock, con due postazioni comprensive di amplificatori e microfoni. Ma in scena entra una sola persona, terrorizzata, e vestita in modo bizzarro che annuncia: «Ciao a tutti: noi siamo i Mole People». Il monologo, intervallato da brani suonati dal vivo, è una graduale confessione della vera storia della band e delle vicissitudini che hanno portato la finta musicista ad essere sola sul palco. Da un primo tentativo di far credere al pubblico che la situazione è sotto controllo, nonostante l’evidente incapacità della protagonista, fino alla graduale rivelazione dei trucchi (usare abiti sorprendenti per distrarre il pubblico, non perdere mai le occasioni divisibilità), citando amici e conoscenti che l’hanno aiutata a prepararsi, la cantante trasforma il pubblico in confidente, raccontando tra le righe di quanto è difficile fare spettacolo e farlo tutto da soli.

«L’abbandono, la solitudine, l’impreparazione, la simulazione di doti improbabili, la necessità di piacere e compiacere: ci sono molti aspetti della condizione dell’uomo (e della donna) contemporaneo nel non-spettacolo di Elisabetta Granara, sedotta e abbandonata, ma pronta a sedurre e abbandonare anche il pubblico che la vede e ascolta. “La vera storia dei Mole People” sa giocare sul confine tra simulazione e autenticità, tra bravura attorale e inciampi musicali, all’interno di una struttura destrutturata, apparentemente semplicissima e sfilacciata, che tiene incollato il pubblico grazie a un uso sapiente dei tempi teatrali e dei tempi comici, e a una storia talmente consueta e talmente flebile da riuscire a diventare inattesa e sempre nuova. Se lo slogan di questo festival è “sei pronto a fare sul serio?”, Elisabetta Granara ci ha mostrato di essere pronta a fare sul serio fingendo di esserne incapace: e in questa ambiguità emerge un grande talento.»Motivazione Giuria Crash Test, settembre 2015(Stefano Casi, Massimo Munaro, Marigia Maggipinto.

Informazioni al pubblico

www.beautifulloser.it
teatrobloser@beautifulloser.it
in collaborazione con:
Cristina Cavalli

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+