Loading Content . . .

Venerdì 8 Aprile 2016.  Teatro Bloser  e Associazione culturale Lilith presentano Paolo Gerbella e  il suo concept album“Io, Dino” ispirato a Dino Campana: la storia di un uomo, un poeta, perseguitato dal pregiudizio e morto in manicomio nel 1932 a 47 anni.

Io,Dino def

Teatro Bloser
Piazza Marsala 6r
ore: 21,30
ingresso: 10 €
LogoHtBloser

#conlaculturanonsimangia

PAOLO GERBELLA - Io, Dino

“Io, Dino” è un concept album ispirato a Dino Campana: non la storia del poeta, ma proprio quella dell’uomo, della persona perseguitata dal pregiudizio e morto in manicomio nel 1932 a 47 anni. Ispirato dal libro di Sebastiano Vassalli “La notte della cometa” (Einaudi), il progetto vuole tendere a una rappresentazione teatrale che alterni le canzoni alla narrazione. Ho scritto dieci canzoni inedite e altre due sono poesie di Campana da me musicate.
Dino Campana è un poeta del ’900. Qualcuno lo annovera tra i poeti maledetti, altri tra i poeti non classificabili, tutti lo sanno un poeta straordinario ma nessuno glielo riconobbe in vita. Vita che fu un tormento provocato dalla famiglia d’origine che lo emarginò già dai primi anni e conclusasi, dopo quattordici anni di manicomio, per gli effetti della sifilide contratta in età adulta, che scatenò la follia terminale. I suoi contemporanei lo evitarono da vivo perché non conforme, “pazzo”, non alla moda, per poi divenire, postumo, un formidabile poeta. ”Dino è attuale nel senso dell’immortalità del pregiudizio, dell’incomprensione, della paura del diverso.
Il mio lavoro parlerà di questo; della persona, di chi tenta di proporre il suo unico libro, (Canti Orfici) autoprodotto, porta a porta, e che puntualmente viene scacciato, deriso da critici ed editori, recluso, buttato in un angolo. Un uomo maledetto e incompreso dai suoi contemporanei, “barzelletta” del paese natìo. Un uomo abbandonato dalla propria famiglia preoccupata per l’immagine perbenista e tranquillizzante messa in pericolo dalla sua presenza. Una vita come tante.
“Io, Dino” , autoprodotto e distribuito dalla IRD International Records Distribution, è stato terminato di registrare nel Giugno 2015 presso lo studio Hilary audiorecording Studio sotto la direzione artistica e gli arrangiamenti di Rossano Villa, musicista e fonico dello studio. Viene realizzato con suoni classici, fiati, archi e strumenti a corda per enfatizzare al meglio i testi e il racconto.Verrà presentato ufficialmente alla stampa il 03 Ottobre 2015 presso il “29rosso” di Via Del Campo a Genova ( Museo De Andrè).

Paolo Gerbella
Sono stato manager per molti anni in aziende importanti, senza mai perdere il “vizio di scrivere”, di suonare la chitarra e pensare che scrivere in proprio sia necessario. Poi nel 2011, decido di smettere il lavoro tradizionale e ricostruirmi da zero. Le mie passioni musicali sono i cantautori italiani, Guccini per primo, poi Bertoli, De Andrè, De Gregori, Conte su tutti. Amo l’uso della parola sotto ogni sua forma e mi considero più scrittore che musicista. Ho pubblicato due racconti lunghi ( “Ciaspole” e “Vico dell’amor perfetto” ), sono stato blogger per il webmagazine “mentelocale.it” e ho attualmente un mio blog di racconti brevi “ Osteria del tempo sospeso”. A ottobre 2013 esce il mio primo album autoprodotto ( Tempo Parallelo) registrato presso HILARY STUDIO di Sori (GE) per il quale ho realizzato tra la fine del 2013 e a tutto il 2014 oltre venti concerti tra Liguria, Piemonte e Lombardia; autogestiti e prodotti. Sono stato invitato a partecipare con una canzone inedita al contest internazionale “Acoustic Guitar Project”. Ho realizzato il secondo album ispirato alla vita di Dino Campana, “ Io, Dino.”, finito di registrare a Giugno 2015, autoprodotto e ditribuito dalla IRD International Records Distribution. Proposto al Premio Tenco 2015. Collaboro con alcune compagnie teatrali milanesi per le quali ho composto canzoni e musiche originali per tre spettacoli andati in scena tra il 2011 e il 2013 tra cui uno in francese e con la regia di Lucia Vasini. Attualmente ho scritto una commedia brillante , “L’ultimo Segreto”, in scena in Francia e in Lombardia da inizio 2015.

Read More:
facebook
soundcloud

Informazioni al pubblico:

http://www.beautifulloser.it/
teatrobloser@beautifulloser.it
logo-lilith_bianco-e1424789243683


Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+